Il Paziente Affetto da Sindrome Parkinsoniana Complicata

Dalla Gestione Farmacoterapica alla Neurochirurgia Funzionale Stereotassica

Abstract

[button link=”http://www.neuroscienze.net/wp-content/uploads/2013/05/Paper-PK.pdf” color=”red” newwindow=”yes”] scarica il PDF[/button] I disturbi neurodegenerativi costituiscono un pool composito di patologie, caratterizzate da un processo cronico e selettivo di morte cellulare.

L’esatta etiologia di queste malattie appare ancora non del tutto nota; fattori di rischio ad impronta sia genetica, sia ambientale assumono un ruolo importante nel determinismo della patologia.

Il deterioramento delle regioni neurali colpite dal processo degenerativo conduce, secondo le aree interessate, a deficit cognitivi, alterazioni motorie e disturbi comportamentali e/o psichici, più o meno invalidanti.

La Malattia di Parkinson rappresenta la seconda patologia neurodegenerativa più comune dopo l’Alzheimer. Nonostante non sia ancora attuabile un trattamento etiologico, accanto ad una terapia sintomatica è possibile oggi ricorrere, in casi selezionati, a procedure neurochirurgiche avanzate, volte al miglioramento del quadro clinico.

 

[box type=”info”] foto: https://encrypted-tbn2.gstatic.com/images? q=tbn:ANd9GcT3vuCPZifPcEmQndPk1pNe6ofreqoT4wzj3_cvOg3_6gQ3ipnF[/box]

Lascia un commento