Analisi della scrittura e del disegno: PANDAS e PANS

Analisi della scrittura e del disegno: PANDAS e PANS

Una epidemia tragica ma silenziosa. Un dramma nascosto e inarrestabile

Abstract

 6a00d8357f3f2969e2015393ab545a970bPANDAS è un acronimo definito dal gruppo di studio (coordinato dalla dott.ssa Swedo – 1996) che sta per pediatric autoimmune neuropsychiatric disorders associated with streptococcal infections . PANS è un altro acronimo (evoluzione e ridefinizione dello stesso gruppo di Swedo della Pandas 2012) che sta per pediatric acute-onset neuropsychiatric syndrome (PANS, in italiano, traducibile come sindrome neuropsichiatrica infantile ad insorgenza acuta) per descrivere l’insorgenza acuta del disturbo ossessivo-compulsivo correlato non solamente a infezioni pregresse streptococciche, ma anche ad altre infezioni virali o batteriche e in generale ad apparenti fattori precipitanti ambientali o a disfunzioni immunitarie. In futuro si parlerà solo di PANS. C’è un gruppo di bambini che, infettati da streptococco (il più frequente) o da altri germi come il virus della mononucleosi (Epstein –Barr), dal micoplasma e da altri virus o batteri meno comuni, producono una reazione auto immunitaria scatenata dalla presenza del batterio o del virus con la produzione di anticorpi che interferendo con i gangli della base possono determinare un quadro clinico neuropsichiatrico con la sindrome ossessiva compulsiva (DOC), Tic, La Tourette e altri disturbi minori. L’entità morbosa non è riconosciuta né dalla classificazione ICD dell’OMS, né dal Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5). Proprio per questo motivo la Pans è una epidemia tragica e molto silenziosa. Il mio lavoro è un modesto contributo come grafologo (considerando la variabilità grafica “before and after” all’insorgenza dei sintomi) per far conoscere questa sindrome e per stimolare il ministero della salute ad un ascolto più attivo e meno intransigente nei riguardi delle famiglie con bimbi che ne sono affetti. Bisogna partire dal presupposto, che se non si effettuano studi, seppure ristretti,la malattia continuerà ad essere non diagnosticata e ufficialmente inesitente e che la terapia rioservata a questi bambini può essere completamente sbagliata, inefficace e dannosa.

foto: 6a00d8357f3f2969e2015393ab545a970b-pi

Share

angelo vigliotti

Lascia un commento