Diversamente Uguali

Noi, gli altri, il mondo

15C 124 - Diversamente uguali COP_001un libro di Alessandro Bertirotti

Riflessioni per un percorso psicologico in cui si superi una visione megalomane dell’io, causa prima delle tante tragedie del mondo d’oggi.

La pretesa, che ognuno di noi vanta, di considerarsi originale, crea spazi incolmabili tra gli individui e genera l’idea di essere non soltanto  padroni  delle  proprie  scelte,  ma  del  tutto,  o  quasi, autonomi nelle proprie azioni. Una tale visione megalomane dell’io invade la dimensione esistenziale dell’altro, relegato a semplice spettatore della verità che si crede di possedere e si vuole imporre.

Partendo da questi presupposti, il libro di Alessandro Bertirotti “Diversamente uguali”, analizza la formazione del concetto di io, proponendo  la  sua  sostituzione  con  il  termine  noi,  per poi approdare a quelli di altro e di mondo.

Noi, gli altri, il mondo sono quindi le coordinate della riflessione proposta dall’Autore e costituiscono le tre parti del testo. Noi: percepirsi come sintesi di quello che si crede di essere e di ciò che gli altri credono che  noi siamo per  migliorare il proprio benessere  e  mutare comportamenti inadatti, specialmente in contesto sociale. Gli altri: abbandonare la propria casa per spostarsi verso la terra promessa che desideriamo e che possiamo raggiungere con l’aiuto della relazione affettiva con le persone e il mondo.  Il mondo: reimpostare il nostro rapporto con il mondo, inteso come insieme di oggetti, situazioni ed eventi, per assumere la possibilità di cambiare investendo sulle proprie motivazioni e intenzioni. In questa parte sono inseriti anche i contributi della dottoressa Raffaella Fagnoni e del dottor Carlo Vannicola, docenti all’Università di Genova.

 

Note sull’Autore

Alessandro Bertirotti si è diplomato in pianoforte presso il Conservatorio Statale di Musica di Pescara e laureato in Pedagogia presso l’Università degli Studi di Firenze. È docente di Psicologia per il Design all’Università degli Studi di Genova, Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l’Architettura. Visiting Professor di Anthropology of Mind presso l’Universidad Externado de Columbia, a Bogotà; vice-segretario generale dell’UNEDUCH (Universal Education Charter), ONG presso l’Organizzazione delle Nazioni Unite e il Parlamento Europeo, e presidente dell’International Philomates Association. È membro della Honorable Academia Mundial de Educación di Buenos Aires e membro del Comitato Scientifico di Idea Fondazione (IF) di Torino, che si occupa di Neuroscienze, arte e cognizione per lo sviluppo della persona. Ha fondato l’Antropologia della mente www.bertirotti.info

 

Ufficio Stampa Paoline

tel. 06.54956527 – cell. 335.5925006 – ufficiostampa@paoline.it

paoline.it

Admin

Author: Admin

Direttore Editoriale di Neuroscienze.net

Share This Post On

1 Comment

  1. Fare il passo più lungo della gamba è un comportamento da correggere su questo siamo d’accordo il tema del libro dovrebbe risultare interessante.Complimenti all’autore.

Submit a Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: