Impatto della Pressione Antropica sul Comportamento di Crostacei Decapodi

Neuroscienze.net

Uno Studio sulla Capacità Percettiva e Cognitiva nella Predazione in Eriphia Verrucosa

Abstract

L’eccessiva e talvolta violenta presenza dell’uomo sulle spiagge nei mesi estivi può spesso influenzare le basi comportamentali d’un organismo animale ben adattato. Ma quale tipo di complessità evolutiva sia indispensabile perché pressioni di origine antropica possano determinare un meccanismo d’apprendimento su base cognitiva è argomento poco discusso. Da tale studio è emerso che la vista condiziona più che l’olfatto la scelta della strategia di caccia nel Crostaceo Decapode Eriphia verrucosa e che questa suggestioni l’animale attraverso l’esperienza, originando con probabilità un processo di apprendimento associativo tale da poterne garantire il successo ecologico.
 

Articolo completo a questo link:
http://www.psicolab.net/public/pdfart/2091.zip

Scarica il PDF 

Share

Vincenzo Lombardo
Vincenzo Lombardo

Laureato in Biologia Marina, sceglie per pura vocazione di dedicarsi all'indagine sperimentale di tematiche inerenti le strategie comportamentali adattative della fauna vagile popolante gli ambienti rocciosi dell’intertidale, rivolgendo particolare attenzione ai Crostacei Decapodi.

Lascia un commento