Tag: Grammatica


fonte: http://media.rd.com/

14 ipotesi sul funzionamento del cervello

prima parte Abstract: Le neuroscienze studiano il cervello, la psicologia la psiche; le prime usano strumenti ‘oggettivi’ – l’EEG, la TAC, la PET, ecc. –, la seconda strumenti ‘soggettivi’: l’intuito, l’introspezione, l’empatia, ecc. Ma cervello e psiche sono due facce di una stessa medaglia: è quindi ragionevole cercare di gettare un ponte fra le neuroscienze e la psicologia. In questo articolo si presenta un modello di...

Leggi tutto



Il Linguaggio nella PNL

ABSTRACT Il concertista apprende con l’esercizio a riconoscere e distinguere ogni aspetto della musica che ascolta, il pittore impara a vedere distinzioni cromatiche invisibili all’occhio ingenuo e allo stesso modo, noi possiamo iniziare a notare le diverse strutture linguistiche attraverso una maggiore apertura e flessibilità sensoriale con un po’ di pratica (Gennaro Romagnoli).   E’ impossibile conoscere gli uomini senza conoscere la forza delle parole....

Leggi tutto



Il Morbo di Parkinson: Patogenesi, Diagnosi e Clinica

Definizione e cenni storici Il morbo di Parkinson è un disturbo progressivo caratterizzato da lentezza e povertà di movimenti volontari accompagnati da tremore e rigidità muscolare. Il DSM-IV-TR [2000] classifica la malattia di Parkinson tra le Malattie del sistema nervoso riportate, secondo i codici dell’ICD-10 [1993], nelle Condizioni Mediche Generali. [Text Revised, American Psychiatric Association, 2000; World Health Organization, 1993]. Nel 1817, il medico di...

Leggi tutto



Didattica delle Lingue, Psicologia e Neuroscienze

Sono Mondi Paralleli? La glottodidattica si definisce come la scienza dell’educazione linguistica, una disciplina cioè che si interessa di tutte le questioni teoriche ed operative legate all’insegnamento della lingua, sia essa lingua madre, lingua straniera, lingua etnica o lingua classica. L’obiettivo primario della glottodidattica consiste nell’elaborazione di approcci, metodologie e tecniche didattiche che creino le condizioni migliori per l’apprendimento. Qual è dunque il ruolo della...

Leggi tutto



La Sintassi del Cambiamento

ABSTRACT La PNL è un insieme di tecniche che si basano sul presupposto che le frasi usate da un soggetto per esprimersi siano solo una struttura superficiale di una struttura più profonda. Ascoltandola si può apprendere come funzionano le nostre rappresentazioni interne.   Bandler e Grinder, i padri della PNL, hanno constatato durante la loro pratica clinica che la maggior parte dei clienti che vi...

Leggi tutto



Disturbi Cognitivi e Affettivi nella Malattia di Parkinson

Nella malattia di Parkinson si rischia di compiere, in fase diagnostica ma soprattutto durante il trattamento e in vista di un adeguato intervento terapeutico, una “sotto-valutazione” dei suoi aspetti psicologici. I disturbi che riguardano la sfera cognitiva ed affettiva in questa malattia, se non marcati e, di solito associati ad una fase più avanzata della malattia, rischiano spesso di non essere posti ad un’ attenta...

Leggi tutto



Il valore del linguaggio

Il linguaggio è lo strumento attraverso il quale possiamo entrare in comunicazione con il mondo. La teoria del rinforzo, propugnata da Burrus Frederick Skinner, afferma che i bambini imparano a parlare in modo appropriato perché guidati e stimolati dalla reazione di un rinforzo positivo da parte dei genitori. L’apprendimento linguistico procederebbe in tal caso secondo le regole dell’associazione e della generalizzazione. Le teorie innatiste o...

Leggi tutto



Il cervello umano, cervello di un essere parlante

Così come tutti i mammiferi superiori, l’uomo appartiene ad una specie che potremmo definire sociale, in grado di interagire con i suoi simili migliorando le proprie condizioni di vita. La comunicazione all’interno della specie caratterizza tutti i primati, che sono tendenzialmente portati alla relazione sociale in virtù del sistema dell’attaccamento che è innato in loro. A tal proposito ogni specie ha delle proprie forme di...

Leggi tutto



Cervello e fantasia

Disattiva il cervello e l’occhio vede senza significare nulla: il significato infatti dipende in gran misura dall’immaginario, e non solo dalla realtà percepita. L’occhio infatti può essere chiuso ed al buio mentre nel sogno nitide immagini e percezioni fantastiche si formano all’interno del cervello. Ciò avviene perché durante il sogno REM (Rapid Eye Movement) l’occhio funziona come un interruttore che segnala al cervello di produrre...

Leggi tutto



Pagina 1 di 212