L’apporto delle Neuroscienze alla Criminologia
Dic06

L’apporto delle Neuroscienze alla Criminologia

E’ antica quanto il mondo la diatriba circa la relazione fra mente e cervello. Già Ippocrate (460-379 a.C.), padre della medicina occidentale, si poneva il problema del rapporto fra cervello e funzioni psichiche e nella sua opera: “Sul male sacro” attribuiva il ruolo di centro delle emozioni al cervello. A questa visione del cervello come centro delle sensazioni e dell’intelligenza si contrapponeva quella di Aristotele (384-322 a.C.)...

Read More
Un Caso di Sindrome di Asperger
Set17

Un Caso di Sindrome di Asperger

“… no son simples raros” (Murphy)       Quasi contemporaneamente a Kanner che presentava i suoi primi casi di “autismo”, il pediatra austriaco Hans Asperger, nel 1944, faceva conoscere un gruppo di ragazzi con tendenza all’isolamento, ma dotati di un alto quoziente intellettivo: si cominciava a parlare di “sindrome di Asperger”, caratterizzata da...

Read More
Il Morbo di Parkinson: Patogenesi, Diagnosi e Clinica
Mag10

Il Morbo di Parkinson: Patogenesi, Diagnosi e Clinica

Definizione e cenni storici Il morbo di Parkinson è un disturbo progressivo caratterizzato da lentezza e povertà di movimenti volontari accompagnati da tremore e rigidità muscolare. Il DSM-IV-TR [2000] classifica la malattia di Parkinson tra le Malattie del sistema nervoso riportate, secondo i codici dell’ICD-10 [1993], nelle Condizioni Mediche Generali. [Text Revised, American Psychiatric Association, 2000;...

Read More
Memoria e intelletto
Mar25

Memoria e intelletto

“Memoria ed Intelletto” sono termini riferiti a due funzionalità distinte del Cervello; la prima corrisponde alla capacita di evocazione selettiva della informazione acquisita nel passato, la seconda alla capacita di ragionamento che in gran misura viene specificatamente finalizzata a risolvere, ovvero ad evitare problemi da affrontare nel corso della propria vita intellettuale; le due funzioni di integrazione...

Read More
Cervello: intelletto e genere
Mar25

Cervello: intelletto e genere

L’intelligenza non ha genere: essa non risponde ad una natura potenzialmente innata, ma la sua formazione è sostanzialmente prodotta dal sistema di apprendimento storico sociale. Ciò non significa che le differenze cerebrali tra i generi di uomo e donna non sussistano, ma in vero non sono molte anche se certamente influenzano le strategie di organizzazione e risoluzione del pensare intelligente che comunque, pur...

Read More