Tag: memoria a breve termine


Neurobiologia dei Processi Cognitivi Legati alla Memoria

Neurobiologia dei Processi Cognitivi Legati alla Memoria

Dai tempi antichi l’Uomo cerca scoprire il segreto del “luogo della memoria”, perchè? Forse perché siamo un po’ quello che ricordiamo. Se di qualsiasi esperienza non rimane traccia nei nostri ricordi, quell’esperienza è come non fosse mai esistita. Perciò è importante che dalla memoria a breve termine, le esperienze, per essere ricordate, passino alla memoria a lungo termine. Forse per questo motivo l’Homo sapiens ha...

Leggi tutto



Il Morbo di Parkinson: Patogenesi, Diagnosi e Clinica

Definizione e cenni storici Il morbo di Parkinson è un disturbo progressivo caratterizzato da lentezza e povertà di movimenti volontari accompagnati da tremore e rigidità muscolare. Il DSM-IV-TR [2000] classifica la malattia di Parkinson tra le Malattie del sistema nervoso riportate, secondo i codici dell’ICD-10 [1993], nelle Condizioni Mediche Generali. [Text Revised, American Psychiatric Association, 2000; World Health Organization, 1993]. Nel 1817, il medico di...

Leggi tutto



Disturbi Cognitivi e Affettivi nella Malattia di Parkinson

Nella malattia di Parkinson si rischia di compiere, in fase diagnostica ma soprattutto durante il trattamento e in vista di un adeguato intervento terapeutico, una “sotto-valutazione” dei suoi aspetti psicologici. I disturbi che riguardano la sfera cognitiva ed affettiva in questa malattia, se non marcati e, di solito associati ad una fase più avanzata della malattia, rischiano spesso di non essere posti ad un’ attenta...

Leggi tutto



Cervello e anticipazione percettiva

Il nostro cervello anticipa continuamente il corso futuro degli eventi; tale naturale possibilità serve e garantire una continuità temporale tra passato presente e futuro. Certamente il Cervello non è un apparato “veggente” cioè proiettato solo verso il futuro, ma comunque possiede in parte anche queste possibilità. Vediamone scientificamente il perché! Il bambino appena nato non “vede nulla” dato che non ha alcuna possibilità di riconoscimento....

Leggi tutto



Fisica Quantistica e Mente

Fisica Quantistica e Mente: lettera a Neuroscienze.net   John C. Eccles premio nobel nel 1963 per le sue ricerche di neurofisiologia sosteneva che l’io non è il prodotto dell’attività cerebrale,ma,al contrario,è il vero motore della complessa catena di reazioni chimiche ed elettriche che formano il supporto materiale della coscienza. Inoltre secondo la nota formula di Eiesten E=m*c^2 si deduce che materia ed energia sono in...

Leggi tutto



Immaginario e percezione visiva

Un cambiamento profondo delle nostre concezioni sulla percezione e’ estremamente necessario dal momento che i sistemi di comunicazione tecnologica stanno modificando gradualmente la formazione cerebrale dell’ uomo. Per tale ragione il LRE-EGO-CreaNET ha proposto da alcuni anni una riflessione sulle modificazioni cognitive che necessitano di essere considerate per dare una coerente significazione alla percezione visiva, vista in relazione allo sviluppo evolutivo del funzionamento cerebrale le...

Leggi tutto



Le nuove teorie della mente e le Nuove Tecnologie

Una promessa per migliorare i processi di insegnamento-apprendimento “Learning is the process that produces memory the driving force in the cultural evolution of mankind.” Premessa: L’ invito di A. Hugony alla tavola rotonda sul tema le NUOVE TEORIE DELLA MENTE in relazione alla Nuove Tecnologie, mi permette proporre alcune considerazioni che ritengo importanti e che svolgero’ a partire dalla considerazione che il cervello e’ un...

Leggi tutto