Tag: Ricerca


L’immagine mostra la visione di un soggetto con emianopsia destra (deficit nella visione di una metà del campo visivo).  I quattro rettangoli  colorati rappresentano i quattro quadranti del  campo visivo (arancione=quadrante superiore sinistro; azzurro=quadrante inferiore sinistro; viola=quadrante superiore destro; verde= quadrante inferiore destro). I diversi colori ci permettono di vedere quali aree della corteccia visiva si attivano alla Risonanza Magnetica Funzionale (fMRI) nel momento in cui uno stimolo viene presentato all’interno di uno dei quattro quadranti. Ciò che ci attendiamo nel soggetto normale è che il quadrante superiore e inferiore destro siano rappresentati nella corteccia visiva di sinistra, mentre il quadrante superiore e inferiore di sinistra siano rappresentati nella corteccia visiva di destra. Il soggetto riportato nella figura è un ragazzo che ha presentato una lesione cerebrale vascolare alla nascita, con interessamento dell’emisfero di sinistra e danneggiamento delle vie visive che afferiscono alla corteccia visiva dello stesso lato: in questo caso tutti i quattro campi visivi sono rappresentati nella stessa corteccia visiva, quella dell’emisfero destro non danneggiata,  che, grazie alla grande plasticità del sistema nervosa in età infantile, ha potuto compensare le funzioni dell’emisfero leso.

Comunicato Stampa

Team di ricercatori della Fondazione Stella Maris, delle Università di Pisa e Firenze  svelano il mistero di questi bambini e scoprono il meccanismo di  riorganizzazione cerebrale Si aprono nuove prospettive di cure per i gravi disturbi neurologici   Pisa – Se ci limitassimo all’anatomia del loro cervello, dovremmo dire che non ci vedono. Parliamo dei bambini che nascono con lesioni dovute ad emorragie o malformazioni...

Read More


Il Concetto di Specie, Razza e Tipi

Il Concetto di Specie, Razza e Tipi

Aspetti evolutivi e metodologici Premessa Problema tra i più controversi del nostro passato e del nostro presente, la questione dell’esistenza o meno di sottodivisioni sostanziali della specie umana, chiamate spesso impropriamente «razze», costituisce tuttora motivo di scontro ideologico e politico. Tralasciando una qualsiasi speculazione propriamente storica del divenire umano, mi propongo con questa ricerca di porre punti fermi per l’indagine dell’annoso problema da un punto...

Read More


fonte: http://www.labnews.co.uk/ cms_images/Image/ MedicineandLife1st_CancerCell.jpg

Melatonina, Cronobiologia e Cancro

Esperienza Clinica in Oncologia Medica per Cura con Melatonina, Sola o Associata ad Altre Terapie Anticancro Standard Prof. Paolo Lissoni, Direttore Responsabile della Divisione Radioterapia ed Oncologia presso l’Ospedale San Gerardo di Monza Dopo più di 20 anni di indagine nel ruolo che la ghiandola pineale ricopre nel cancro e di studi clinici del suo ormone, la melatonina, nel trattamento delle neoplasie umane, è giustificato affermare che l’accettazione ...

Read More


fonte: http://ramanzin.files.wordpress.com/ 2009/10/image001.jpg

NEUROSOCIETÀ – Brain Awareness Week 2010

LUNEDÌ 15 MARZO 2010 DIPARTIMENTO DI PSICOLOGIA “SAPIENZA” UNIVERSITA’ DI ROMA Le ricerche sul cervello nelle ultime due decadi hanno affrontato temi considerati non-affrontabili con la logica della ricerca scientifica. Discipline legate alle scienze e persino alle arti hanno indossato il prefisso neuro al punto che si è sentito e letto di Neuroeconomia, Neuroetica, Neuroestetica. Per alcuni si è trattato di operazioni inappropriate o addirittura...

Read More


fonte: http://www.cnsforum.com/ content/pictures/ imagebank/ hirespng/MAO_cocaine.png

Reward Pathway e Metabolismo

Correlazioni tra il reward pathway mesencefalico e dismetabolismi propri di patologie internistiche ABSTRACT In un’ottica che voglia comprendere in sé le più importanti scoperte scientifiche proprie dell’ambito più strettamente medico e tipiche del mondo delle neuroscienze è fondamentale mettere in luce le correlazioni che si delineano analizzando le funzioni tipiche del sistema della ricompensa mesencefalico e i quadri di patologia metabolica ad oggi più diffusi tra...

Read More


La Mela nel Parenchima. Il limite ardito delle teorie odierne

La Mela nel Parenchima. Il limite ardito delle teorie odierne

Abstract Negli ultimi anni la scienza, in generale, è approdata a ipotesi ardite che potrebbero, come è già successo in passato, rivelarsi effettive. Prima fra tutte le discipline è proprio la fisica la quale, dopo una riconsiderazione, ha formulato teorie che hanno permesso uno spostamento dei limiti della scienza stessa. Le neuroscienze come possono approcciarsi a tale limite? Recentemente ho letto un bellissimo articolo di...

Read More


Il Sistema Talamo Striato nell’Uomo, Scimmia e Altri Mammiferi

Il Sistema Talamo Striato nell’Uomo, Scimmia e Altri Mammiferi

Premessa. Nell’Uomo, il nucleo sub talamico di Luys, il nucleo rosso e la substantia nigra (sostanza nera) sono il sistema talamo striato. La presente ricerca indaga sul ruolo e funzione dei nuclei basali, sulle connessioni talamiche e sulla relativa irrorazione sanguigna. Nei mammiferi, i nuclei della base sono molto interconnessi e collegati con tutti i nuclei motori del tronco encefalico. Controllano e regolano l’attività motoria...

Read More


fonte: http://files.splinder.com/8 c459c990eed0bb70aaba5ccfcc0df33.jpeg

Il Linguaggio Umano

Aspetti Evolutivi, fisiologici e patologici Il linguaggio umano ha alla base tre peculiari processi evolutivi. Primo: tutte le innovazioni devono manifestarsi nell’ambito di specie precedenti. Secondo: molte novità nascono in un contesto prima di essere cooptate in un contesto differente. Per esempio, specie di ominidi arboricoli avrebbero avuto caratteristiche vocali quasi moderne già centinaia di migliaia di anni prima di quando abbiano potuto impiegare un...

Read More



Computazione Biologica e Simulazione Neurale

Neurone Biologico nei Paradigmi delle Reti Neurali Artificali  Abstract Questi ultimi anni sono stati caratterizzati da un sempre maggiore interesse verso la simulazione (software ed hardware) dei processi computazionali biologici ed è ormai dimostrato che un automa può acquisire nuove esperienze e generalizzarle. Una macchina può quindi essere liberata dall’eseguire in maniera rigida e schematica regole in essa programmate. Attraverso l’implementazione di algoritmi di simulazione...

Read More



Pagina 1 di 1312345...10...Ultima »