S

SEPSI

malattia generale grave dovuta al passaggio nella circolazione sanguigna di germi patogeni provenienti da un focolaio settico sviluppatosi in un qualsiasi punto dell’organismo. Responsabili delle varie s. possono essere tutti i germi, più frequentemente i piogeni (streptococchi, stafilococchi, ecc.). La terapia, oltre che l’eliminazione eventualmente chirurgica del focolaio, prevede la somministrazione di antibiotici e di...

Read more ...

SINAPSI

collegamento fra due cellule nervose deputato alla trasmissione dei segnali; è costituito dalla membrana presinaptica del neurone trasmettitore, da quella postsinaptica del neurone ricevente e dallo spazio interposto, in cui viene liberato un neurotrasmettitore che media il passaggio degli impulsi nervosi da un neurone all’altro.

Read more ...

SISTEMA NERVOSO

complesso di organi e tessuti di natura ectodermica dotati di una elevata differenziazione anatomica e funzionale, i quali provvedono, per mezzo degli organi sensitivi, alla ricezione degli stimoli del mondo esterno, alla elaborazione di impulsi nervosi e al controllo dei sistemi motori . Consta fondamentalmente di due parti: il s. n. centrale, rappresentato dall’asse cerebro-spinale...

Read more ...

SISTEMA PIRAMIDALE

complesso di vie nervose discendenti (motorie) che collegano direttamente la corteccia motoria con i nuclei motori dei nervi cranici e spinali. Controlla prevalentemente i movimenti volontari. Comprende la via corticospinale e la via corticobulbare. Le lesioni corticospinali provocano perdita di riflessi tendinei, paresi, ipotrofia muscolare e comparsa di segni patologici (segno di Babinski, segno di...

Read more ...

SISTEMA VESTIBOLARE

è costituito dagli organi vestibolari (canali semicircolari, sacculo, otricolo), contenuti nell’orecchio interno, dalle fibre nervose vestibolari del nervo acustico (VIII paio), dai nuclei vestibolari del bulbo e da fibre efferenti dirette ai nuclei motori spinali, ai nuclei dei nervi oculomotori, al cervelletto e al mesencefalo.. Elabora e controlla riflessi posturali in risposta alle accelerazioni lineari...

Read more ...

SOMATOPARAFRENIA

Complesso di fantasie morbose riguardante i propri arti, controlaterali alla sede della lesione cerebrale, vissuti come alieni, cioè appartenenti ad altre persone.

Read more ...

SPAN DI MEMORIA

numero di cifre o parole che un soggetto può ricordare immediatamente a seguito di un apprendimento. La norma è generalmente 7 più o meno 2 elementi ricordati.

Read more ...

SISTEMA NERVOSO AUTONOMO (SNA)

estesa rete di fibre nervose che innerva le ghiandole endocrine, la muscolatura liscia e il miocardio, regolando le funzioni involontarie (il SNA è altrimenti detto “vegetativo”) . Il SNA è inoltre responsabile delle modificazioni fisiologiche che contribuiscono all’espressione delle emozioni nonché dell’adattamento dell’organismo alle esigenze dell’ambiente esterno. Comprende due divisioni: simpatica e parasimpatica. Esse sono...

Read more ...

SISTEMA NOCICETTIVO

insieme di recettori, fibre nervose e neuroni centrali che media il dolore. La sensazione nocicettiva si realizza solo nel caso in cui l’eccitamento del sistema nocicettivo raggiunge la corteccia cerebrale pienamente funzionante; al contrario i riflessi dolorifici possono essere evocati da semplici stimolazioni periferiche, spinali o del tronco cerebrale.

Read more ...

SOSTANZA P

molecola costituita da 11 aminoacidi, presente nella sostanza grigia del sistema nervoso centrale ed in minore concentrazione nell’intestino tenue. Ha funzione di neurotrasmettitore di messaggi sensoriali, di catalizzatore dell’attività intestinale e della salivazione, di antagonista della pressione arteriosa.

Read more ...

SOSTANZA BIANCA

tessuto nervoso costituito da fasci di fibre mieliniche, presente nel cervello e nel midollo spinale. La sostanza bianca cerebrale è situata sotto la sostanza grigia ed è formata dai fasci nervosi che partono dalla corteccia cerebrale (motori) e che vi ritornano (sensitivi). Nel midollo è costituita da fibre nervose che avvolgono la sostanza grigia; è...

Read more ...

SOSTANZA GRIGIA

tessuto nervoso che include i somata dei neuroni, i dendriti, le cellule gliali e le fibre nervose non mielinizzate. La sostanza grigia ricopre gli emisferi cerebrali, i nuclei encefalici situati più in profondità, le colonne del midollo spinale ed i gangli del sistema nervoso autonomo. La sostanza grigia svolge la funzione di selezione ed avviamento...

Read more ...

SINDROME DA NEGLIGENZA SPAZIALE UNILATERALE (NSU, O NEGLECT)

incapacità o ridotta tendenza nel prestare attenzione agli stimoli presentati nell’emicampo controlesionale (solitamente quello sinistro in quanto la lesione è prevalentemente a carico dell’emisfero destro), nonché allo spazio corporeo anch’esso opposto alla sede cerebrale della lesione. Quand’anche gli stimoli vengano percepiti, sono solitamente esperiti dal soggetto come provenienti dal lato opposto. La NSU è inoltre...

Read more ...

STEREOAGNOSIA

deficit di riconoscimento della morfologia, della consistenza, del volume degli oggetti se la modalità di presentazione dello stimolo si limita al tatto in assenza della vista. La stereoagnosia è di norma associata a lesioni che interessano il lobo parietale del cervello e più in generale a patologie neurologiche.

Read more ...

SPINA DENDRITICA

piccola estensione dendritica, preposta alla ricezione di afferenze sinaptiche

Read more ...

SOSTANZA GELATINOSA

area delle corna dorsali del midollo spinale che riceve informazione dalle fibre C non mielinizzate; svolgendo un ruolo fondamentale nella trasmissione della sensazione algica

Read more ...

SOLCO CENTRALE

spaccatura che divide il lobo frontale da quello parietale

Read more ...

SOMATIZZAZIONE (disturbo di)

quadro polisintomatico (associazione di dolore e sintomi gastro-intestinali, sessuali e pseudo-neurologici), lamentato ripetutamente dalla persona, in assenza di congrue alterazioni anatomo-patologiche. È probabile che alla base del disturbo vi sia una gestione disfunzionale della propria affettività. L’individuo, incapace di risolvere conflitti interni e di produrre risposte emotive congrue con propri i vissuti affettivi, convertirebbe inconsciamente...

Read more ...

Pin It on Pinterest

Share This