Deep Brain Stimulation

Una nuova frontiera nel trattamento della malattia di Alzheimer?

Scarica in PDF La Deep Brain stimulation (DBS) è considerata uno strumento impiegato con successo nel trattamento dei disordini del movimento come i tremori e la distonia connessi ad esempio al morbo di Parkinson.

Altrettanto promettenti risultano i risultati relativi all’applicazione della DBS in disturbi psichiatrici quali il disturbo ossessivo – compulsivo, la sindrome Gilles de la Tourette, depressione e dipendenza da sostanze.

Recenti studi indicano che tale strumento possa essere altresì impiegato nel trattamento delle demenze, specialmente per quanto riguarda i disturbi di memoria connessi alla malattia di Alzheimer.

Tuttavia i dati attualmente a disposizione risultano essere eterogenei tra loro, specialmente in merito al range di regioni cerebrali interessate e di conseguenza ai possibili meccanismi di base della stimolazione.

Leggi anche

Creatività, schizofrenia e immagini in blu

Stimolazione Magnetica Transcranica

 

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le nostre novità direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Ah... gratis!

Fantastico! Ti sei appena iscritto

Pin It on Pinterest