Salute e Neuroscienze: Il Collegamento Essenziale per il Benessere

Il testo esplora la stretta connessione tra salute e neuroscienze, evidenziando l’importanza del cervello nel mantenimento del benessere fisico e mentale. Descrive come emozioni e stress influenzino la salute, il ruolo della neuroplasticità, l’impatto della nutrizione, del sonno e della meditazione sulla salute neurologica. Infine, analizza le terapie innovative per la gestione del dolore e l’importanza dell’equilibrio ormonale e della socializzazione per la salute mentale.

Leggi Tutto »

Una nuova teoria della mente

toricamente, la mente è stata studiata dai filosofi, da Platone a Cartesio. Oggi, studiosi come Thomas Nagel e David Chalmers descrivono la coscienza come sensazioni fenomeniche, chiamate qualia. Joseph LeDoux, nel suo libro “I quattro mondi dell’uomo”, afferma che i neuroscienziati devono spiegare la coscienza come parte della nostra composizione fisica e biologica.

LeDoux sostiene che le attività mentali derivano da processi fisici nel cervello e che le connessioni sinaptiche, influenzate geneticamente, ci rendono unici. Il problema della mente e della coscienza è stato affrontato da scienziati come Antonio Damasio e Michael Gazzaniga, che evidenziano l’importanza dei processi inconsci.

LeDoux propone che l’essere umano esista in quattro mondi intrecciati: biologico, neurologico, cognitivo e cosciente. Questi mondi riflettono il nostro passato evolutivo e spiegano il nostro presente. La mente umana, secondo LeDoux, è unica per la sua capacità di creare una narrazione della propria vita, una caratteristica che ci distingue dagli altri animali.

Leggi Tutto »

Che cosa significa essere umani

Essere umani significa bilanciare neurobiologia e qualità intellettuali, sociali e morali. La nostra umanità non è innata ma acquisita, influenzata da interazioni e scelte. Scienziati e filosofi dibattono se siamo determinati geneticamente o dotati di libero arbitrio.

Leggi Tutto »
ansia; immagine disegnata cervello;

Basi Neurologiche dei disturbi d’ansia

Questo testo affronta le basi neurologiche dei disturbi d’ansia, distinguendo tra ansia e paura e spiegando come queste siano collegate a diverse aree del cervello. Si discute anche delle strutture cerebrali coinvolte nei disturbi d’ansia, come l’amigdala e l’ippocampo, e delle disfunzioni neurotrasmettitoriali legate a tali disturbi. Inoltre, vengono presentate le terapie per l’ansia, sottolineando l’importanza della psicoterapia oltre ai farmaci. Si evidenzia anche il ruolo della genetica e dell’ambiente nelle cause dei disturbi d’ansia. In conclusione, si sottolinea che le cause ambientali hanno un impatto maggiore rispetto alle cause genetiche nello sviluppo di questi disturbi.

Leggi Tutto »
sci; neuroscienze; seggiovia;

Esiste un punto di incontro tra sci e neuromarketing?

Il testo esplora il possibile incrocio tra sci e neuromarketing, evidenziando come l’esperienza emotiva e multisensoriale dello sci possa essere sfruttata nel marketing. Analizza il ruolo del cervello nelle reazioni emotive degli sciatori, suggerendo che annunci focalizzati sull’esperienza sensoriale potrebbero influenzare le decisioni di acquisto. Viene evidenziato anche l’impatto delle promozioni online, come gli skipass, nell’influenzare le scelte dei consumatori attraverso la gratificazione cerebrale. Infine, il testo considera l’uso del neuromarketing nella progettazione di stazioni sciistiche per migliorare l’esperienza complessiva.

Leggi Tutto »

Il ruolo essenziale dei caregiver nell’assistenza ai pazienti

I caregiver, spesso familiari o amici, supportano persone con bisogni speciali, affrontando stress e sfide emotive che possono portare a ansia, stress e burnout. Questo impatto sulla salute mentale e cognitiva richiede attenzione, con la necessità di implementare strategie di gestione dello stress e supporto sociale. Le reti di supporto, esercizi di auto-cura e servizi di assistenza sono vitali per mantenere il benessere dei caregiver. In Italia, organizzazioni come l’Associazione Alzheimer e l’Auser offrono aiuto e risorse a questi individui.

Leggi Tutto »

Quali sono le specializzazioni in psicologia: queste le principali

La professione dello psicologo, sempre più richiesta in seguito a eventi traumatici come la pandemia, richiede un percorso formativo complesso che include laurea e specializzazione. Quest’ultima può essere in psicologia clinica, neuropsicologia o psicologia della salute, ciascuna con un focus diverso: i disturbi psicologici e psicosomatici, i disordini cognitivi associati a lesioni o disfunzioni del sistema nervoso, o il benessere bio-psico-sociale dell’individuo. La formazione continua è essenziale per mantenere gli operatori aggiornati nel loro campo.

Leggi Tutto »

L’ arte, il cervello e la mente

Indagare l’arte, il bello, la bellezza, la creatività per noi è come immergersi nell’immensità del fascino e del mistero del cervello e della mente e scoprire il miracolo dell’esistenza. Quando siamo colpiti da un dipinto o rimaniamo incantati da un brano musicale è la mente che “costruisce” ciò che sentiamo e vediamo.
Il cervello è un “telaio incantato”, secondo la bella definizione del neuroscienziato C. Sherrington, che tesse e ritessi i suoi fili ammirati.

Leggi Tutto »

La mente tra mondo reale e mondo virtuale

Il futuro che verrà proietta un vasto spettro di questioni legate al mondo reale e al mondo virtuale, alla natura della mente e della coscienza fenomenica, all’esistenza di Dio e a una vita buona. Stiamo andando verso un mutamento antropologico, che investe le nostre concezioni millenarie e la nostra stessa visione dell’uomo e del mondo.

Leggi Tutto »

La prospettiva fenomenologica della psichiatria

il nome greco (psyché e iatria), la psichiatria è recente. Si ritiene che il primo a parlarne sia stato il medico e filosofo tedesco, Marchior A.Weikard, in “Der philosopher Arzt” (1773). In Europa, la psichiatria nasce tra la fine del ‘700 e i primi decenni dell’800 nei manicomi, luoghi destinati a “curare” o assistere i “folli” che nel linguaggio psichiatrico dell’epoca erano detti anche “pazzi” o “matti” per i loro comportamenti “strani”, dissennati, fuori dalla norma.

Leggi Tutto »

LO SGUARDO DELL’ALTRO

Riflessioni sulla valenza strutturante dello sguardo per la soggettività altrui Nel presente articolo si analizza la funzione strutturante dello sguardo inteso non come

Leggi Tutto »