Una Memoria d’Elefante? Veri trucchi e false astuzie

di Alain Lieury

Comunicato Stampa Intervista all’autore Fin dall’antichità l’uomo ha riconosciuto alla memoria un ruolo cruciale per la propria identità e per la propria interazione con il mondo: presso i Greci essa era personificata dalla figura mitologica di Mnemosine che, accoppiandosi con Zeus, generò le nove Muse, l’ideale supremo dell’arte e della conoscenza. Ben presto si svilupparono trucchi mnemonici per combattere l’oblio, che utilizzavano, come nel caso del metodo dei loci, l’associazione tra le informazioni da memorizzare e alcune immagini collegate da un tragitto, da ripercorrere mentalmente. È la nascita della mnemotecnica, sviluppatasi nel corso dei secoli, dal mondo Romano al Rinascimento.  

 Questo interesse oggi ha perso importanza: gli studi di Neuroscienze e di Psicologia cognitiva hanno permesso di superare questo modello “cumulativo” per arrivare a quello di una pluralità di sistemi con diverse funzioni (lessicale, semantica, iconica…) che interagiscono tra di loro.

 In questo nuovo volume, l’autore Alain Lieury, professore emerito di Psicologia cognitiva, ripercorre la storia del concetto di memoria, dagli studi di mnemotecnica ai modelli più accreditati dalla ricerca, senza trascurare qualche consiglio, scientificamente verificato, per mantenerla sempre in buona forma.

Springer-Verlag Italia – 268 pagg. – eBook euro 16,99 – Brossura euro 24,00 – ISBN 978-88-470-5260-4

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le nostre novità direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Ah... gratis!

Fantastico! Ti sei appena iscritto

Pin It on Pinterest