Nuovi Progressi delle Neuroscienze

In questi ultimi anni, sono stati compiuti stupefacenti progressi sul cervello, la mente e la coscienza. Le ricerche mostrano la realtà di un cervello, che si rivela una struttura meravigliosa ed incredibile. Un cervello diverso da qualsiasi oggetto costruito dall’uomo. E per questo fonte di continue sorprese per gli stessi neuro scienziati.

Cervello, mente e coscienza sono tre parole che nascondono ancora abissi di segreti e ignoranza. Ma rappresentano per la scienza la più avvincente e straordinaria avventura mai intrapresa dalla specie umana.

Il cervello è stato definito l’evento più complesso dell’universo conosciuto. Comprende 100 miliardi di neuroni e 100 trilioni di connessioni sinaptiche. Una realtà immensa, già descritta da molti poeti, Il cervello- scrive la poetessa statunitense Emily Dickinson- “ è più grande del cielo ed è più profondo del mare”. Un’altra poetessa- Maria Luisa Spaziani- afferma “Non ha colonne d’Ercole, il cervello”. Anche la Bibbia sostiene che il cervello è più ampio dell’oceano. Sono affermazioni che sottolineano in maniera plastica la fenomenale natura di questo organo.

Le scoperte delle nuove neuroscienze- come mostra l’ottimo libro di Marco Magrini “Il cervello. Guida semplificata alla macchina più complessa del mondo” (Giunti Editore, Firenze 2017)- realizzate dai metodi di “brain imaging”- stanno determinando una rivoluzione scientifica destinata a sconvolgere non soltanto i sistemi di diagnosi e cura in medicina e chirurgia, ma la stessa visione dell’uomo e del mondo. Queste metodiche ci permettono di penetrare nei nostri più intimi e profondi stati d’animo: come pensiamo, agiamo, cosa proviamo. Siamo in grado di vedere inoltre quali parti del cervello si attivano quando una persona compie un’azione o è impegnata in un determinato processo mentale.

Il nostro cervello- precisa Magrini- ci “offre un servizio straordinario e irrepricabile”, poiché noi siamo il nostro cervello (De Waal). Un cervello misterioso perché sappiamo di non saperne ancora abbastanza, cioè “quasi nulla”.

Tra gli scienziati poi non c’è consenso su cosa siano la mente o la coscienza, i disturbi del sonno, la depressione o altre patologie nervose e mentali. La mente e la coscienza sono termini vaghi, indefinibili, oscuri. La mente viene identificata con l’anima, lo spirito, il soffio vitale. Non abbiamo una risposta sulla sua natura e sul suo funzionamento. Oggi, l’orientamento prevalente è quello di sostenere l’identità tra cervello e mente.

Sino a pochi anni fa si credeva che il cervello fosse statico e immutabile. Ricerche recenti invece ci dicono che il cervello è in costante mutamento. Ha una natura plastica. Si modella e rimodella continuamente nel processo di interazione con l’ambiente, la famiglia e le esperienze. E’ un cambiamento che si realizza lungo l’intera esistenza.

La scoperta del cervello plastico ha poi portato ad un’altra notevole scoperta: quella della neurogenesi e della formazione di nuove connessioni sinaptiche. Contrariamente a quel che si è creduto da sempre, i neuroni possono “rigenerarsi” sia durante lo sviluppo che in età adulta. Questo significa che un ambiente arricchito e stimolante modifica le connessioni neurali e produce conoscenza, apprendimento, ovvero una intensa attività cerebrale. Di qui, il principio: se lo usi (il cervello), lo migliori; se non lo usi, lo perdi.

Anche le esperienze negative, l’ansia, lo stress, i conflitti in famiglia e sul lavoro modificano il cervello. Ricerche sugli animali- ratti e piccioni- hanno rivelato che le punizioni e i rimproveri sono inutili e controproducenti.

Un insegnante che ha uno stato d’animo negativo, che tende a rimproverare, che è rigido e ansioso o depresso riesce a contagiare i suoi alunni in modo negativo con ricadute dannose sul loro sviluppo mentale, emotivo e sociale.

Esperimenti condotti in materia indicano infine che un positivo rapporto madre-bambino genera stati mentali di benessere ed elevati livelli di oppiacei, sostanze che creano sensazioni di gratificazione e piacere.

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere le nostre novità direttamente nella tua casella di posta elettronica.

Ah... gratis!

Fantastico! Ti sei appena iscritto

Pin It on Pinterest